24 marzo – apericena sociale in ricordo di Cesare e Duilio

Sabato 24 marzo, Centro Studi Libertari “Luigi Fabbri”, Via Pastrengo 2, Jesi

Apericena sociale in ricordo di Cesare e Duilio

Due amici, due compagni anarchici, se ne sono andati assieme: il 20 marzo del 2008 Duilio, il giorno dopo, Cesare. Figli di una stessa idea di riscatto sociale, diversi nei percorsi di vita e di lotta. Duilio, artigiano, arrotino, espressione di quel mondo libero che cambia le cose con le sue mani e la sua conoscenza, autodidatta per passione, anarchico di conseguenza. Cesare operaio metalmeccanico e sindacalista, delegato CGIL, sempre in prima fila negi scioperi e sempre presente nelle assemblee, fu l’anima delle strenue lotte degli operai della SIMA contro una ristrutturazione devastante che avrebbe rappresentato l’inizio della fine del tessuto industriale della Vallesina. Cesare Tittarelli era così pronto alla lotta, a bloccare un treno in mezzo alle rotaie e mostrarsi intransigente verso l’arroganza padronale, al pari di come era sempre disponibile a mediare, conciliare, scendere a patti pur di – da bravo sindacalista – portare un qualche risultato positivo per i suoi compagni di lavoro.

Sembrano passati dieci secoli da allora.

Abbiamo deciso quindi di organizzare una apericena aperta a tutti per ricordarli, a distanza di dieci anni.

Nel pomeriggio Tullio Bugari leggerà alcuni
brani in cui sono ricordati Cesare e Duilio,
tratti dal suo romanzo ‘E Riavulille (in
uscita nei prossimi giorni) e dal libro
sorico “La Simeide” in uscita
a fine anno.

28 Gennaio, “Oro rosso”

voci e frammenti sul caporalato contemporaneo

“Non sapevano dove sarebbero andati , ma dovevano partire”

…e sarebbero sbarcati in un’ europa ben diversa da quella che si aspettavano, fatta di deportazioni o schiavismo nei campi, CIE e ghetti clandestini. Ma quelle che due ex-braccianti racconteranno sabato 28 Gennaio saranno storie di lavoratori, non soltanto di migranti.

Programma dell’iniziativa:

Dalle 17:30
– esperienze e testimonianze di due ex-braccianti che hanno lavorato e vissuto nel gran ghetto di Rignano (Foggia),

– “Oro rosso” mostra fotografica proiettata tratta dall’omoniomo progetto – documentario di Michela Frontino

– apericena a sottoscrizione per raccogliere qualche soldo in solidarietà ai braccianti che nell’ultimo incendio al ghetto hanno perso anche quell’unico riparo dove riposare dopo il lavoro nei campi

Apericena con Bob Corn, 11 Novembre 2016

ciao, hello… it’s tiziano sgarbi… tizio… bob corn

Tiziano Sgarbi aka Bob Corn è il padre spirituale di buona parte della scena indipendente, specialmente nell’area emiliana. Fondatore di Fooltribe, organizzatore di Musica nelle Valli (festival indipendente che ormai da 15 anni propone band da tutto il mondo) e cantautore folk che ha il sapore di altri tempi. Non è nulla di vetusto, è semplicemente tutto puro, veramente DIY, mai inclinato alle mode, lontano dal valutare le canzoni come “prodotti”musicali. Ormai da anni Bob Corn interpreta la sua musica come interpreta la sua vita: un hobo che, dalla pianura padana, ha viaggiato per tutta Europa e per gli States con la sua piccola chitarra e con le sue grandi storie.

Il live di Bob Corn è inserito nella 3 giorni dell’appuntamento annuale LIBERI LIBRI – l’editoria libertaria ed alternativa in mostra del Centro Studi Libertari l.Fabbri di Jesi.

Concerto Bob Corn (one man folk heroes) + Aperitivo (anche Vegan)
piccolo assaggio musicale

FREE ENTRY